Tortino di zucca e patate

Dopo tanti dolci e tanto bianco (lo sfondo che preferisco, anche se devo ancora imparare a dosare bene la luce), veniamo a una ricetta salata e a uno sfondo scuro, dato che la pioggia di questi giorni non suggerisce certo atmosfere "light"...Dico sul serio: tra un po' mi crescono le branchie. Oggi, se non altro, ha smesso di piovere e sembra (dico: sembra) che un timido raggio di sole voglia fare capolino tra le nubi. Io che odio il caldo e l'estate mi sono ritrovata a desiderare il sole cocente di luglio e i vestitini leggeri, dato che non ne posso più di stivali di gomma e maglioni pesanti. Poi, dato che sempre di blog di cucina si tratta e non di un bollettino meteo, avrei anche voglia di qualche gelato, di una crema tiepida, di un'insalata di cereali. Però, dato che così non è, torniamo alle solite abitudini. La ricetta è uno dei rari casi di non-zuppe di questo blog, quindi preparatevi a intonare l'Alleluja. Noto però che non manca l'ingrediente feticcio: la zucca (di cui, ammetto, mi sto quasi stufando). Se per i dolci generalmente seguo una ricetta codificata, questo non accade per i contorni e per i secondi piatti, ove faccio di testa mia in base all'estro e agli ingredienti del momento. E' così successo che qualche sabato fa mi ritrovassi con la voglia di patate ma non avessi voglia di "semplici" patate bollite, che pure amo all'ennesima potenza. Dato che io e il forno siamo oramai una cosa sola (nel senso che vivo praticamente con la testa nel forno per scaldarmi, quando non sono a lavoro , e ne approfitto pure per cucinare qualcosa), ho pensato di fare un tortino arrosto (io, il termine "arrosto" lo uso esclusivamente per le preparazioni cotte nel forno, pur sbagliando) che fondesse la rusticità delle patate con la dolcezza della zucca. 
Niente di più facile (mi vergogno persino a chiamarla "ricetta). E' un buon contorno ma, aumentando le dosi ed accompagnandolo a una salsina di yogurt o della ricotta fresca, può trasformarsi in un piatto unico.


Ingredienti per una persona
1 patata media
1 fetta di zucca meglio se "Napoletana"
Olio
Sale
Semi di papavero

Preparazione
Lavate la patata e togliete la buccia alla zucca ( alla patata io non l'ho tolta, ma voi valutate), quindi tagliate tutto a fettine sottilissime. Prendete uno stampino da Creme Caramel e foderatelo con carta forno, quindi fate uno strato di patate, uno di zucca e così via, salando ogni due-tre strati. Irrorate con un filo di olio e cuocete in forno a 180° per 15' circa. Cospargete con semi di papavero e servite caldo. In alternativa potete cuocere il "tortino" anche al vapore.

Commenti

cristina b. ha detto…
niente male! e mi piace assaissimo l'aggiunta di semi di papavero: brava!
ps1: coraggio, che oggi c'è il sole!!
ps2: "ingrediente feticcio"... ridooooooooo
Nepitella ha detto…
mi piace, mi piace light ma con gusto :)
Anch'io voglio il sole... non se ne può più della pioggia :(
Francesca ha detto…
Grazie Nepitella!
Kitty's Kitchen ha detto…
Le foto con gli sfondi scuri sono molto belle ma deve essere parecchio luminoso il soggetto non trovi? Quando al dorato della zucca si uniscono le patate e i semini oltre ad essere un bell'abbinamento per il palato dona anche un interessante impatto cromatico.
Blueberry ha detto…
la tua presentazione è sempre un incanto. e io la zucca la adoro...avrei potuto chiamarmi pumpkin mood...ma la zucca mi suona un po' di tonta e ho optato per la frutta ;)
Francesca ha detto…
Kitty: è vero! queso forse è un po' scuretto :-(
Blueberry: in effetti anche a me la "zucca" sa di "capocciona"...però quanto è buona!!
Olga ha detto…
Buonissimo!!! un bacione, Olga
Francesca ha detto…
un bacione a te cara Olga!
Mi piace molto la tua foto, invece.
L'arancio della zucca che emerge dalla carta da forno, la messa fuoco. Insomma... una bella fotina.
Francesca ha detto…
Grazie Tizyyyyyyyyyyy