Crumble di curcuma e pistacchi


Qualcuna me lo aveva detto che una volta entrati nel tunnel del Crumble difficilmente se ne esce, e ne ho avuto la prova anche io, solitamente refrattaria ai "tunnel culinari" ( e ci credete????). Vabbè, a parte la mia proverbiale ripetizione, è verissimo che fatta la prima prova viene una voglia matta di trasformare tutto in Crumble: dagli antipasti, ai primi, passando per contorni e concludendo con i dessert. Forse solo il caffellatte ne esce illeso. Credo che sia un po' il concetto della pizza ai 1001 gusto: non vi è mai capitato di vedere pubblicizzato un locale che crea mille tipi differenti di pizza? a me purtroppo sì, e se è vero che la pizza non è tra i miei cibi preferiti, devo dire che una volta mi sono soffermata davanti ad uno di quei menù per capire cosa la mente umana può concepire in momenti di evidente delirio. E ho letto di pizza con le patatine fritte, con la "crema di nocciole", addirittura con l'hamburger: roba che non mangerei neppure se mi pagassero. Eppure, a mente fredda, mi sono detta che alla fin fine non ci vuole 'sta gran fatica a concepire 1000 tipi diversi di pizza (solo follia): basta farcire la base con ogni tipo di alimento che ci viene in mente ed il gioco è fatto....Il ribrezzo che può suscitare una pizza alla maionese è altro discorso. Bene: questa pappardella solo per dire che così come possono esistere cento e più tipi diversi di pizza, anche di crumble possiamo crearne a bizzeffe, ovviamente utilizzando un po' di sale in zucca ( il crumble alla pizza no!!!!!). Il gioco è facile facile: basta fare una crosticina succulenta e metterla sulla "base" che più ci piace. Chissà perchè non esistono le "Crumblerie":-).Se la fantasia proprio non ci aiuta, alcuni libri possono venirci in soccorso anche se secondo me possono dare un imput, un'idea, ma poi il modo migliore per giocare coi Crumbles è quello di sperimentare e seguire l'estro del momento. E, a proposito di estro, io l'ho seguito solo a metà, dato che l'idea della "sbriciolatura" l'ho presa da un vecchio numero di Cucina Naturale, ovviamente riadattandola. La base, invece, è costituito da un insieme di verdure che avevo in frigo; praticamente era una specie di Ratatouille fatta di sole melanzane e pomodoro, cui ho aggiunto del sedano rapa lessato e del seitan autoprodotto. Ovviamente quello che conta è l'idea: la base potete farla come più vi piace, a seconda delle verdure che avete in frigo o di cui avete voglia.
P.S. dato che mi sono evidentemente fatta prendere la mano dalle foto, la ricetta è in basso...
All'arrembaggio


Bricioline



Ingredienti per una persona
Verdure miste lessate ( o già passate in padella con un filo di olio)
1 fettina di seitan
25 gr di farina integrale
1 cucchiaio di olio
5 o 6 pistacchi
curcuma q.b.
sale

Preparazione
Preparate il crumble, mixando nel mixer la farina con l'olio, i pistacchi sgusciati, il sale e un pizzico di curcuma. Ottenuto un composto sbricioloso mettete da parte. Prendete una terrinetta da forno e versatevi il composto di verdure tagliate a dadini che avrete preparato in precedenza e unite anche il seitan, tagliato a pezzettini piccoli anch'esso. Mettete su questa base il composto di briciole, e infornate a 180° per 20' circa.

Commenti

Marina@QCne ha detto…
Molto originale il tuo crumble! Io non sono ancora entrata nel tunnel del crumble, ma potrebbe essere arrivato il momento;) intanto mi segno la tua ricetta, buona giornata
Valentina ha detto…
bello bello questo crumble, adorando i pistacchi sono praticamente gia in macchina per venire ad assaggiare.... :)
Francesca ha detto…
Marina: prova!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Vale: a che ora ti aspetto ? :-)
Ely ha detto…
Francy sei unica!!! ti piace poco la pizza :-))) crumble davvero buono leggero e un pò diverso :-) baci
Francesca ha detto…
Eheheh, è vero Ely...preferisco un bel sushi vegetale, o anche del semplice riso bollito! o un bel cono cioccolato-pistacchio :-)
la sissa ha detto…
Bella questa versioncina senza burro! Avevo letto anche io l'articolo sui crumble su Cucina Naturale, giornale che adoro!
Buona giornata,
Sissa
Francesca ha detto…
Bellissimo Sissa, hai ragione!
Simo ha detto…
Te l'avevo dettoooooooooooo.....sisisi!
Che spettacolo questo insolito crumble...ma non conosco la curcuma...com'è, piccante?
E dove la trovo?
Voglio provare....
...anche ad utilizzare l'olio al posto del burro!
Buon pomeriggio!!!!!
Francesca ha detto…
Simo, la curcuma serve solo a dare colore perchè il sapore è debole debole...P.S. sopravvissuto tuo marito o anche lui è svenuto come me??
angicoock ha detto…
fantastico! Mi piace tanto anche xche' adoro i pistacchi e mi intriga molto l'olio al posto del burro

Complimenti
marifra79 ha detto…
Ora che ci penso bene non faccio un crumble da troppo tempo! Curcuma e pistacchi m'ispira tanto!Un abbraccio
viola ha detto…
eh si, hai visto come la passione per le foto prenda la mano? :D
Belle, mi piacciono, soprattutto quella con le bricioline....
Il crumble? eh si, un vero tunnel, difficile uscirne, ma di solito il tempo aiuta ;)
Delizioso così speziato. Brava, originale!
Un bacione
Francesca ha detto…
Grazie care!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!^_^
Blueberry ha detto…
oooooooh, finalmente un crumble senza burro! yuhuuu, posso farlo anch'io ;) grande Fra!
Francesca ha detto…
Grazie Bluueberry: fallo subito!! ^_^
Simo ha detto…
...sopravvissuto...sopravvissuto...ma poverello, gli han fatto mezzo braccio blu...mah...
Ora tu come stai?! Tutto passato??