Crostata brutta ma buona

Ok: credo di avere un problema (più di uno, a dirla tutta...tipo: domani mattina dovrò fare gli esami del sangue  e io ho la fobia degli aghi e del sangue). Oltre a quello coi muffins di cui vi ho già parlato varie volte , ho un serio problema personale con le crostate. Dico sul serio: se fosse una persona direi che le sto proprio antipatica, dato che non mi si concede mai :-) Mi spiego: tutti i ricettari indicano l'esecuzione come "Facile", gli ospiti vip dei vari cook-reality la propongono nove volte su dieci come cavallo di battaglia ( e non credo che siano tutti dei Gualtiero Marchesi in erba), i blog fioccano di crostate talmente perfette che sembrano finte, e io NON SONO CAPACE a farne una decente! Ne avevo già avuto la prova diverse volte - motivo per cui non ho mai postato crostate su questo blog, anzi a ben pensarci da quando ho aperto questo spazio non ne ho proprio cucinate- ma sabato ho avuto la conferma ufficiale. Le mie crostate saranno anche buone, ma sono brutte da far spavento! Innanzitutto non riesco a tirare la pasta in un cerchio, non dico perfetto, ma che almeno assomigli a un ovale. Poi, una volta ricavato un "coso" non meglio definito ho dei seri problemi a stenderlo nella teglia e a fare i bordini: una parte è più spessa, l'altra più sottile, insomma una tragedia! E dire che questa volta sono almeno riuscita a fare almeno una griglia decente, dato che ho riesumato una vecchia rotella dentellata che era ancora di mia nonna, altrimenti avrei posizionato come sempre dei "salsicciotti" orrendi simili a tutto fuorchè a una grata. E la cottura, vogliamo parlarne? Nella mia breve esperienza ho già sfornato crostate bruciate, altre secche, altre ancora pallide e poco cotte...devo continuare o ciò è sufficiente a farvi capire quanto sono imbranata? Eppure, nonostante tutto, è un tipo di dolce che mi attira molto e che mi piace , anche se a volte le ricette mi intimoriscono un po' per via del troppo burro. Tra uova, burro, farcitura, la crostata non è certo un dolce light, ma dato che ho scovato questa ricetta e dato che le sfide con me stessa mi piacciono ( no, non è vero: quando non riesco a superarle m'innervosisco come un pitone ...si innervosiscono i pitoni?)sabato ho deciso di fare  l'ennesima prova. Vi risparmio il racconto di circa un'ora e mezza passata a inveire contro una pallottola che non ne voleva sapere di stendersi in maniera decente, e lascio a voi giudicare: a parte la cottura un tantino scarsa ( ma ho recuperato ripassandola sotto il grill il giorno dopo, prima di servirla), era molto buona, merito anche di una superba marmellata di lamponi fatta dal mio papà. Comunque io non demordo: proverò e riproverò fino ad ottenere la crostata perfetta, tiè!
P.S. si accetta ogni tipo di consiglio!
Crostata ai lamponi
Ingredienti per una tortiera di circa 15 cm

150 gr di farina “00”
50 gr di zucchero grezzo
30 gr di olio
30 gr di acqua
1 puntina Lievito per dolci 
Marmellata di lamponi
Buccia grattugiata di un'arancia

Preparazione
Fare la fontana con la farina e il lievito, e aggiungere al centro lo zucchero con l’olio e l'acqua. Impastate e formare una palla e stendere i 2/3 con il matterello su un foglio di carta da forno. Ricavate un cerchio più grande del fondo dello stampo( il mio era piccolo, circa 15 cm di diametro). Mettete carta da forno e cerchio di pasta all'interno dello stampo e create i bordi. Versare all’interno la confettura di lamponi mescolata con la scorza di arancia grattugiata e formare, con la restante frolla, delle striscioline da sistemare sopra la crostata. Infornare a forno già caldo a 180° per circa 20 minuti.

Commenti

Valentina ha detto…
Guarda, ti capisco proprio bene....Io per anni ho lottato contro la crostata "perfetta", non riuscendo mai ad azzeccarla..... poi magicamente, all'improvviso è riuscita.... e da allora è raro che esca male.... quindi, non demordere!!!!!! :)
ps a me questa sembra favolosa..... ;)
Francesca ha detto…
Grazie Vale!!!!
Blueberry ha detto…
Com'è andata con l'ago? Certo che dopo gli esami tornare a casa e trovare questa crostata...goduriaaa!!! :) è bellissima non è per niente brutta! io la faccio uguale, troppo buona senza burro né uova ;)
Francesca ha detto…
Domani Blueberry :-(((((((((((((((( pauraaaaaaaaaaa
Ely ha detto…
dai Francy gli esami del sangue passano e non si capisce neanche :-))))) mentre questa crostata è bellissima per me! mi piace molto di più rustica che perfetta e non ho consigli da darti ma ti rubo la crostata :-)))) baciii
Francesca ha detto…
Grazie cara Ely...passano, lo so, ma io ho la fobia degli aghi e del sangue...anzi, degli aghi associati al sangue :-(((
Simo ha detto…
Uhhhh anche mio marito domani deve fare gli esami del sangue e già abbiamo la tiritera della paura da una settimana in casa...
..ma ce la potete fare!
Pensa che poi, finito tutto, ti mangerai una bella fettazza di questa leggera e bellissima (anche se tu dici di no....) crostata!!
Francesca ha detto…
oh Simo...allora mi sento particolarmente vicina a tuo marito...speriamo di non svenire entrambi :-(((
Tabita ha detto…
Dai che brutta è decisamente eccessivo, non sarà la crostata "così bella da sembrar finta" ma io sono del partito delle crostate imperfette, le vivo come dolci caserecci che con qualche difettuccio sembrano più autentici!
Io la pasta di solito la metto in frigo avvolta con la pellicola una mezz'oretta, max un'oretta.. non di più se no diventa troppo solida e stenderla è impossibile. E quando la stendo vado dal centro verso l'esterno ruotando man mano la pasta di 1\4 di giro, per averla uniforme (mi rendo conto che la spiegazione è poco chiara e forse superflua :-))
In bocca al lupo per domani!
Mirtilla ha detto…
brutta dove???
Eh! E dello sformarla, vogliamo parlarne??
Hai qui una degna compare...
E pensare che all'hommo piace da matti, ma non la faccio mai proprio perchè non viene mai decente.
Però con la marmellata di lamponi home-made... credo che passerei sopra a tutto, cara mia!
Francesca ha detto…
Mirtilla: grazie !!!
Tizi: dai, diamoci la manina!!!!!
viola ha detto…
Ah..ma io e te facciamo proprio un abella coppia. Io mi lamento delle foto, tu dei dolci.....
Andiamo bene. :D
Comunque questa crostata non è brutta per niente, è bella! Sarà che ho un debole per le crostate....ma mi sembra stupenda!
Comunque io le faccio nel modo classico...con l'olio non l'ho mai provata....ma se dici che è buona la devo provare anch'io. Vieni tu a tirare la pasta? Io poi faccio la foto :D
Un bacione
la sissa ha detto…
Fossi in te non mi abbatterei sai!?!? Non la trovo affatto brutta, come dici tu. Anzi, l'impasto con l'olio è più difficile da stendere quindi ..bravissima!
Un in bocca al lupo per gli esami, io sono proprio come te..
Notte,
Sissa
Francesca ha detto…
Viola: ah, ma io mi lamento anche delle mie foto, mica credi che sia soddisfatta da qualcosa che faccio:-) ??? Ehehe, se io tiro la pasta e tu fai le foto, vista la profonda autostima che abbiamo, mi sa che finisce male...:-)
Sissa: ^_^ Gli esami sono andati, fiuuuuuuuuuu...peccato per lo svenimento
Nadir ha detto…
anche a me non sembra affatto brutta, ma se anche lo fosse la cosa importante è che sia buona :-)
Francesca ha detto…
Grazie Ellen!!!