Bunet Viso pallido

Oggi mi dissocio dalla maggior parte delle mie amiche blogger che hanno riportato romanticherie presentate ai rispettivi amours ieri sera, San Valentino. Io e Dany non abbiamo festeggiato, anche perchè tra poco arriverà il sesto anniversario di reciproca sopportazione (scherzo!!) e sinceramente preferiamo regalarci una serata speciale in quell'occasione, io&lui, senza altre 500 coppie zuccherosissime. E poi io lo amo a prescindere dal giorno o dai cioccolatini fatti a cuore ed è questo che conta, no? Bene, questa la premessa per farvi capire che la ricetta di oggi non sarà dedicata agli innamorati...ma anche sì: agli innamorati dei dolci!!! La settimana scorsa, se ricordate, vi avevo postato la ricetta del Bunet, raccontandovi anche qualcosina sulla sua nascita. Bene: non vi ho detto però, una cosa abbastanza curiosa. Curiosa perchè da quando ne abbiamo ricordo tutti noi pensiamo al Bunet come a un dolce col cacao, ergo scuro. Beh, la cosa strana è che il cacao è stata una recente aggiunta: il Bunet tradizionale o, meglio, primordiale, era bianco! Un dolce al cucchiaio molto simile al tradizionale Creme Caramel, quindi, in cui spiccavano gli amaretti , ma niente cacao. D'altronde non sarebbe la prima volta che un piatto, in origine scarno e povero, viene arricchito fino a diventare ricco e a perdere anche un po' la sua natura. Però, visto che alla fin fine è il risultato quello che conta, devo ammettere che la versione "black" ha riscosso da sempre molto successo, tanto è che oramai nessuno è a conoscenza di questa variante così semplice. Fateci caso: al ristorante, nelle pasticcerie, sui ricettari ci sono solo Bunet col cacao. Si può aggiungere o togliere il caffè, mettere o meno la vaniglia, ma sul cacao non si transige. Veniamo a noi: per la serie "repetita iuvant", domenica ho ripreparato il Bunet ma, questa volta, chiaro. Il risultato è stato molto apprezzato, sia per il sapore che per la "novità". Mio padre adora il Creme Caramel e questo Bunet viso pallido lo ricorda molto ma, in più, ha la golosità degli amaretti e un goccio di rhum. La cosa buffa, che in foto purtroppo non si vede, è che il dolce assume due colori e due consistenze: è molto chiaro in cima e vellutato, mentre alla base-ove si depositano gli amaretti-è più scuro e pastoso. Il procedimento è identico a quello del Bunet col cacao, ma per completezza vi riporto la ricetta.



Ingredienti per 3 persone
300 ml di latte
3 uova
35 gr di zucchero
100 gr di amaretti (quelli duri)

1 cucchiaio di rhum
Per il caramello: 3 cucchiai di zucchero+1/2 cucchiaio di acqua

Preparazione

Frantumate gli amaretti finemente. Mettete a scaldare il latte senza farlo bollire. Sbattete con una forchetta le uova con lo zucchero, aggiungere il latte, il rhum e gli amaretti. Mescolate bene. Con lo zucchero rimanente e l'acqua preparate il caramello, quindi versatelo sul fondo di 3 stampini da creme caramel. Versate il composto e fate cuocere in forno a bagnomaria per 35' circa a 180°, controllando la cottura con uno stecchino. Fate raffreddare in frigo per circa 3 ore, capovolgete e servite.

Commenti

Simo ha detto…
Pallido sì, pallido no....beh, io me lo pappperei senza pensarci su!!!!
Adoro il bonet......................
Buon S:Valentino in ritardo!
chamki ha detto…
Direi che preferisco questo a quello col cacao. San Valentino? che roba e'? mai sentito nominare.
Nepitella ha detto…
Ma che meravigliosa bontà! Anch'io non ho festeggiato san valentino... mi associo con chamki mai sentito :)
Barbara ha detto…
FA VO LO SO!! Non conoscevo la versione primordiale, ma la preferisco sicuramente al versione con il cacao, grazie, davvero invitante!!
Mamma in pentola ha detto…
Mai fatto ed assaggiato...però l'avevo intravisto in un mio libro...col nome di bonèt però...sono andata cercarlo all'istante ed in effetti è a base di cacao, ma nella pagina successiva c'è la versione bianca alla panna...ancora un'altra versione rispetto alla tua....mmmm...quanti spunti!
baci
Claudia

p.s.Anche io ormai sono 7 anni che ci "sopportiamo" compreso due da sposati più una pargoletta, ma ci siamo divertiti lo stesso a festeggiare romanticamente in tre a casa.
Francesca ha detto…
Grazie a tutti!!!! ehehe, vedo che siamo tutte moooooooolto romantiche :-))))
Mamma in pentola: sì, anche io ho letto una versione con la panna...
Mirtilla ha detto…
che bello questo bunet,sai che non l'ho mai provato??
baci
Ely ha detto…
mai provato ma ho voglia di farlo :-) e anche io come voi non ho mai festeggiato anche perchè ci siamo sposati l'8 febbraio e quindi festeggiamo li, ma ieri ho preparato due salatini golosi... sarà la vecchiaia chissà.... ciao!
la sissa ha detto…
Mi stuzzica, eccome se mi stuzzica!
Chissà se con i latti vegetali viene bello consistente lo stesso.. Sarei intollerante..
Notte,
Sissa
Francesca ha detto…
Mirtilla: grazie!
Ely: allora, auguri in ritardo (per l'anniversario) ^_^
Sissa: credo proprio di sì...prova con quello di mandorle o di riso!!!
lerocherhotel ha detto…
Deliziosissimo questo bunet viso pallido!!!