Datteri farciti

 Meno quattro!!!!!!!!!!!!!!!!!! non mi riferisco alla temperatura esterna ( che forse è veramente -4°) ma ai giorni che ci separano da Natale! Avete già pensato al menù? avete comprato (o fatto) panettoni e pandori? la frutta secca e quella fresca sono già sistemate nel cesto a centrotavola? Che poi, chissà perchè, la frutta secca esiste tutto l'anno, ma è a Natale che viene fuori alla grande, inducendoci in tentazione come se già non lo fossimo abbastanza. Prendete mio papà, ad esempio: scatta dicembre e riempie la cucina di noci, noccioline, fichi secchi, datteri. Frutta che dura giusto qualche giorno, dato che non si limita a una o due noci dopo pasto, ovviamente. Va bè, mettiamola così: tra tutti i peccati di gola natalizi, la frutta secca è la meno dannosa: abbonda di calorie, vero, ma anche di tantissime sostanze nutritive che fanno bene. Poi, a parte il fatto che è ottima sgranocchiata, è un grandioso ingrediente per un sacco di preparazioni sia dolci che salate. Prendiamo i Datteri, che proprio frutta secca non è, anche se li si associa solitamente a quella. In commercio ne esistono tante varietà, dalle più rinomate alle più scadenti, da quelli piccolini ed appiccicaticci a quelli grandi e freschi. Ricordo che da bambina ne andavo matta: non so se più dei datteri in sè o della ballerina in plastica ch serve a mangiarli senza incollarsi le mani. Quella ballerina, nonostante avessi ben 33 Barbie, diventava la mia compagna di giochi per ore ed ore, intorno alla quale costruivo storie fantastiche ambientate in teatri eleganti. Torniamo a noi. I datteri freschi sono i protagonisti della mia ricettina odierna. Datteri acquistati all'Esselunga, pagati cari come il fuoco, ma sublimi: polposi, ricchi, dolci ma non stucchevoli, col sapore "di festa". Ottimi già così, nudi e crudi, io li ho però resi protagonisti di un dessert orientaleggiante che, a pensarci bene, può diventare un ottimo chiudi pasto di Natale. Facilissimi e straveloci da fare, potete prepararli anche in anticipo e servirli a fine pasto, magari accompagnati da un caffè turco, oibò! Questa volta, lo dico a cuore aperto, anche io mi sono concessa il dolcino; anzi, forse a ben pensarci sono stata quella che lo ha apprezzato maggiormente, dato che Dany non ama i datteri (sventuraaaaa) e mio padre-che invece li adora- non era molto ben disposto fisicamente:-(. Provateli e fatemi sapere.

Ingredienti per 4 persone
4 datteri freschi grandi
1 bicchiere di latte
acqua di fiori di arancio
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaino di maizena

Preparazione
Preparate la crema, portando a ebollizione il latte con lo zucchero e la maizena ben stemperata. Fate addensare a fuoco basso, quindi spegnete e aggiungete l'acqua di fiori di arancio. Fate raffreddare. Prendete i datteri, togliete i noccioli e apriteli a metà: riempiteli con un po' di crema e, se volete, una arachide o mezza noce. Mettete i datteri in freezer e tirateli fuori al momento di servire. Se volete, guarnite con altra crema, meglio se tiepida.

Commenti

Nadir ha detto…
io li amo, ma ho preso quelli seccati sul ramo, ho sempre trovato quelli canditi stradolci, anche io pensavo di riempirli, ma molto più semplicemente con una mandorla o mezzo gheriglio di noce. :-)
luby ha detto…
che bello incontrare un 'estimatrice di datteri!
anche io ne vado pazza e...anche io adoro quella ballerina ^_^
e me la prendo tutti gli anni io perchè và sempre a finire che i datteri...me li mangio solo io!
Saretta ha detto…
e farcirli con la ricotta?;)
Francesca ha detto…
Grazie a tutte, ragazze!!!!!!!!!!! Saretta: perchè no?????
Simo ha detto…
ma che belli...con quella colata lieve di ripieno.......
Buone feste!
Alessandra ha detto…
Li prendo sempre al libanese che buoni..fatti da sè poi...

*Sulla domanda della confezione di datteri:per la ballerina!!!
Francesca ha detto…
Simo: che bel complimento! buone feste anche a te!
Ale: ehehe, tutte uguali!!
The Walrus ha detto…
uhm... io non so cos'è la ballerina, sarà che odio letteralmente i datteri e non ne comprendo il perché. Perà, siccome dai miei genitori a Natale i datteri ci sono sempre prometto che alla soglia dei trenta proverò a riassaggiarne uno, te lo devo, se non per altro per questa tua fantastica ricettina (e che foto spettacolari!)
Francesca ha detto…
Barby: la ballerina è lo stuzzichin che serve a infilzarli ea portarli alla bocca senza appiccicarsi le manine!!!!!!!! Riprovali, dai! meglio se freschi, come questi....Grazie per il complimento sulle foto che a me, invece, proprio non piacciono :-((
Alessandra ha detto…
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alessandra ha detto…
FFfff...Francy scusa ti avevo scritto un commento lunghissimo per augurarti buone feste e l'ho cancellato per sbaglio perchè mia figlia mi ha soffiato addosso le bolle di sapone mentre scrivevo e mi sono confusa...che depressione :(
Sostanzialmente scrivevo che :"ci tenevo a farti gli auguri qui a casetta tua nel tuo blog.Un caro abbraccio a te e Dany,passate delle feste serene ragazzi!"
Buona vigilia ^-^