Crema cotta al miele


Se qualcuno avesse ancora dei dubbi in merito, vi annuncio che l'autunno è arrivato per davvero: ieri ho ufficialmente rimesso in auge gli stivali pesanti e il giubbotto, e in studio ho persino acceso la mia sempreamata stufetta elettrica, fedele compagna di tanti inverni gelidi :-) Eh sì, forse è meglio dimenticarci dell'estate e metterci al lavoro, in attesa delle vacanze natalizie. Ecco, giusto per non dimenticarci dell'estate, vi posto una ricetta tratta da un libro acquistato in Liguria durante la mia breve vacanza. Trattasi di un libretto edito dalla Newton&Compton, interamente dedicato ai dolci liguri. Ho deciso di acquistarlo anche se molto diverso da quelli che mi attirano come una calamita : ha moltissime ricette ma neanche una foto , meno patinato rispetto a tutti gli altri che campeggiano nella mia libreria. Però, come dicevo, è ricchissimo di ricette: pasticcini, torte, biscotti, gelati, creme, tutte tratte dalla tradizione ligure. Ecco quindi susseguirsi le ricette di Baci ( di dama o di Alassio ), di Canestrelli, Torta del Pescatore, Biscotti del Lagaccio, Paciugo, Bonet ( ance se a me sembra Piemontese, mah! ). Una risorsa utilissima per chi vuole conoscere tutto, ma proprio tutto dei dessert liguri, lanciandosi a capofitto nelle tante ricette. Da questo libro ho tratto la Crema cotta al miele. Leggendo la ricetta mi sono accorta che null'altro è se non una versione mielosa del classico Crème Caramel, senza caramello, ovviamente! Il miele ( che personalmente è uno dei dolcificanti he preferisco, anche se so che non attira le simpatie di tutti ) conferisce un sapore particolare, fresco e delicato, che ha trovato i consensi anche di papà e Danilo. Non è stucchevole, quindi se siete tra coloro che guardano al miele col fumo negli occhi, tranquillizzatevi! Il procedimento per la preparazione è proprio simile a quello di ogni budino a base di uova e latte.
Ingredienti per 4 persone (Ricetta tratta da I dolci della Liguria, Di Valeria Melucci , Newton&Compton Editori )
1/2 L di latte
3 uova
100 gr miele
noce moscata o cannella in polvere

Preparazione
Fate scaldare in un padellino il latte, quindi aggiungete il miele e fatelo sciogliere mescolando. In una terrina sbattete le uova, unite il latte e mescolate il tutto. Imburrate degli stampini di alluminio, versatevi il composto e ( se volete) cospargete la superficie con cannella o noce moscata. Fate cuocere in forno a bagnomaria a 180° per cira 30' e, prima di sfornare, controllate la cottura con uno stecchino. Fate raffreddare, quindi sformatelo e servitelo freddo, magari con una goccia di miele in superficie.

Commenti

sarapacini ha detto…
Sai che non ho mai provato a farla? Però, vedendo la tua mi è venuta proprio voglia. Mi sa che un giorno di questi la provo
Francesca ha detto…
Grazie Sary!!!
Le Viole Golose ha detto…
aaaaahhh Francyna, questa te la scopiazzo!