Pesche con zabaglione alla lavanda


 Dopo il  suo bellissimo post sulla Lavanda, ho deciso che anche io mi sarei lanciata nell'impresa del suo uso culinario e così, procacciatami la materia prima grazie al solerte papà, mi sono messa all'opera. Sciroppo alla lavanda, avete letto bene: per favore non storcete il naso ( vi vedoooo): se lo farete come vi ha insegnato Chiara, otterrete uno sciroppo delicato e profumatissimo, delizioso per insaporire dolci ( ma non solo: io l'ho provato anche sui pomodori!) e per niente aggressivo. Un nuovo uso della lavanda , uno dei fiori che preferisco in assoluto:  il profumo è fresco, pulito, non stomachevole come quello di rosa, e il colore è qualcosa di splendido. Ricordo le estati trascorse in Provenza, ove ogni casa ha la propria violacea aiuola e ogni negozio pullula di saponette, profumi, sacchettini...E poi le distese di campi di lavanda, così pittoresche, pronte per essere immortalate in un'istantanea o in un quadro. Un fiore delicato, uno stelo elegante, un colore emozionante, che ho ritrovato di recente, in un luogo che di bello e poetico non ha nulla: il Tribunale di Asti. Lì, davanti al'entrata, fa bella mostra di sè e rallegra quel triste posto un bellissimo cespuglio di lavanda che, ammetto, tocco ogni volta che esco dopo le udienze. Ecco: per la ricetta dello sciroppo di lavanda NON usate quella lavanda, colleghi che mi seguite. Per utilizzare la lavanda in cucina, occorre che non sia trattata quindi, piuttosto, andate in erboristeria ed acquistate dei fiori secchi, specificando che vi serve per uso alimentare.Ciò detto, vi rimando a Chiara per la ricetta dello sciroppo 
( fatto, sinteticamente parlando, mettendo a bollire 7 gr di lavanda in 300 ml di acqua. Dopo aver lasciato in infusione mezza giornata ho filtrato il liquido, vi ho aggiunto 250 gr di zucchero semolato e ho portato a bollore, mescolando bene, poer 20' circa, fino a quando si è formato uno sciroppo denso. Ho lasciato raffreddare e travasato in una bottiglietta che ora conservo in frigo )
mentre io vi racconterò qualche suo utilizzo.
La prima prova è stata classica: un dolce per iniziare. L'abbinamento pesca-lavanda è abbastanza usuale, e basta sfogliare alcuni ricettari per rendersene conto.Quindi ho iniziato con una preparazione semplice: pesche con zabaglione alla lavanda.
Ingredienti per 4 persone (  o due se di appetito robusto)
2 pesche gialle
2 tuorli
3 cucchiai di sciroppo di lavanda

Preparazione
Lavate le pesche e tagliatele a metà; sbattete i tuorli con lo sciroppo fino ad ottenere un composto abbastanza denso e spumoso.
Togliete il nocciolo alle pesche e disponetele su una teglia foderata di carta da forno , con la parte tagliata rivolta verso l'alto. Riempitele col composto di uova e infornate a 180° per 15' circa, mettendo gli ultimi 5' il grill, così da formare una crosticina.
Sfornate e servite tiepido, cosparso con zucchero a velo.

P.S. è uno zabaglione non precedentemente cotto, quindi non rimarrà bello solido, ma lievemente cremoso...proverò la versione classica, farcendo le pesche con zabaglione già addensato e vi farò sapere!


Aggiungi didascalia

Commenti

Anonimo ha detto…
anch'io oggi come dessert ho fatto le pesche al forno ;-) con gli amaretti x
però.. bellissime le tue!chissa che profumino la lavanda.. baci franci
Francesca ha detto…
^_^ Anonimo: grasssssssssie!!!!!!!!!
Chiaretta ha detto…
Bravissima!!!!!!!!
E le foto, meravigliose! Sembra di sfogliare un libro della Guido Tommasi, staidiventando stra brava Fra!

Bacione
Francesca ha detto…
Grazie Chiara!!!!!!! mi hai fatto il complimento più bello che potessi desiderare...te lo giuro!!!!!!!!! un bacione enorme..
Jennifer ha detto…
...il profumo si sente fin qui!!!!!!
yari ha detto…
Non ho (ancora) mai provato a utilizzare la lavanda in cucina, ma conto di farlo prima o poi, il suo profumo è davvero inebriante.
Molto bella anche la prima foto ;-)
Francesca ha detto…
Jennifer e Yari: grazie!!!!!!!!!!!!!!!!!
dorisiana ha detto…
Uso già la lavanda in cucina ma una ricetta in più è sempre cosa gradita, anche perché io di lavanda ne ho proprio tanta! E' la prima volta che visito il tuo blog e ci sono un pò di ricettine che proverò sicuramente! Ciao!
Francesca ha detto…
Ciao Dorisiana e piacere di conoscerti! prova prova prova...^_^
meringhe ha detto…
ciao francesca, grazie per le belle cose che mi hai scritto nei comment, è sempre un piacere, soprattutto se detto da altre blogger. E, noto ora, grazie anche per avermi inserita nel blogroll :))). Neppure io conoscevo il tuo blog, ma con questo abbinamento pesche-lavanda mi hai conquistata e credo che tornerò a farti visita!
buona serata

sara
Francesca ha detto…
Grazie a te Sara! le cose che ho detto erano "dovute": hai un blog stupendo, conquistata fin dal primo sguardo! torna pure, quando vuoi!
sarapacini ha detto…
Mio Dio, devono essere fantastiche. Mi fanno una gola. Bravissima come sempre!!!
Francesca ha detto…
Grazie Sary!!!!!!!!!
ELIANE TAVEIRA ha detto…
Sobremesa perfeita e maravilhosa!!!
Amei...

Eliane