Vellutata ever green

In attesa di riuscire a postare qualche foto decente fatta con la Reflex ( e non vi dico la delusione che ho provato quando, dopoaver letto il manuale e altri opuscoli, nonchè aver rotto le scatole al mio amico Francesco, mi sembrava di aver capito non dico tutto ma-ecco- molto e poi....taaaaaaaaac, foto nera!!!!!!!!!!) rispolvero qualche ever green....
Questo, poi, è un ever green nel vero senso della parola: più verde di così :-)
Non credo di dirvi una grande novità se vi dico che vado matta per passati, cremine, vellutate e compagnia bella: possono esserci anche 40° all'ombra, ma i "potage" ( francesismo che fa molto chic ) restano una passione troppo grossa per rinunciarci.
Tra l'altro, cosa che mi piace molto, sono veloci da preparare e personalizzabili a seconda della stagione: in inverno vai di zucca, finocchi e crucifere, in primavera ed estate avanti con asparagi, pisellini e...zucchine!
E, guarda caso, adesso vi propongo una cremina facilissima e velocissima da preparare proprio con le zucchine e da arricchire con basilico.
I puristi della vellutata storceranno il naso, perchè l'ho fatta a modo mio in un momento in cui avevo un po' fretta....però è venuta squisitamente buona, quindi al bando critiche ( scherzo! criticate pure, ci mancherebbe! ) e ascoltate...
In realtà il procedimento è semplicerrimo e se avete della verdura già lessata in frigo, tanto meglio!
Se nò fate bollire 1 o 2 ( se piccoli ) zucchini , e metteteli nel mixer con una patata lessata e tagliata a pezzi , un bel mazzetto di basilico fresco e un po’ di sale.
Diluite con un po’ di acqua , se necessario e, una volta ottenuto il “purè”, versatelo in un pentolino per scaldare e restringere.
Quindi impiattate, irrorate con un generosol filo di olio bono e un ciuffo di basilico.
Io, giusto per fare scena, ho servito con del farro soffiato , che potete tranquillamente omettere, sostituendolo invece con bruschettine da accompagnamento, magari spalmate con del “vero” pesto vegan.

Commenti

Nadir ha detto…
in effetti servito tiepido può essere un ottimo apripista ;-)