Riso al vapore con crema di scarola

Avete ragione: sono un tantinello ripetitiva, ma quanto buono è il riso???? no, non mi dilungherò più sul fatto che mi piace, che lo adoro, che bollito mi fa impazzire, e vengo subito alla ricetta.
Una piccola premessa.
L'oramai lontano pranzo di Pasquetta, oltre agli gnocchi, ha visto come protagonista una padellata di scarola ( quell'insalata ricciolina ) da un kg abbondante, preparata dal mio amour.
Giusto per darci un minimo di contegno non l'abbiamo spazzolata tutta, ma ne abbiamo avanzata un po' per la cena , dato che mi era balenata in mente un'idea stuzzicosa.
E così la cena prese forma.
Altra premessa: sempre il mio amour, due anni fa mi ha regalato una vaporiera elettrica che è quanto di più fico esista!
Ha anche il cestello per la cottura di zuppe e cereali, è facile e veloce da usare ( un po' meno da lavare ).
Unica pecca:  crea una marea di vapore ( logicamente :-) è una vaporiera )
Comunque questa ricetta è proprio "siema", vaporiera a parte.
Ho messo nel cestello

  • 120 gr di riso basmati

  • h20 necessario a coprirlo

  • sale
Ho acceso la vaporiera e ho fatto cuocere per 35'.
Ovviamente potete preparare il riso anche senza l'aggeggio, semplicemente facendolo bollire o cuocendolo pilaf.
Il condimento?
Preso il rimasuglio di scarola l'ho messo nel frullatore, ho aggiunto un po' di latte e due ( due proprio due ) capperini.
Ho azionato per qualche minuto ( è un po' vecchio e fatica a lavorare ) fino ad ottenere una bella cremina.
Ho diviso il riso nelle ciotoline cinesi ( non indispensabili ) e sopra ogni porzione ho messo la cremina, cospargendo con semi di girasole.
Un primo leggero ma saziante, semplice e stuzzicoso, insomma: da rifare in millemila varianti!

Commenti

sarapacini ha detto…
Boooonoooo