Lasagne agli asparagi

Piccola premessa: scusate la foto "di servizio" ma volevo qualcosa di realistico e ho pensato che nulla avrebbe reso meglio l'idea del piatto mezzo devastato da forchetta ingorda ( la mia ).
Ciò detto, non ho mai amato la pasta al forno: non so perchè, ma le varie lasagne, cannelloni, timballi e compagnia bella non mi hanno mai attirato molto.
Forse per via del formaggio ( che io non mangio ) con cui sono irrimediabilmente condite, forse per via della carne del ripieno ( eternamente presente ed odiata fin da quando ero onnivora ), fattostà che le ho mangiate poche volte da piccola, quando proprio non potevo evitarle, e poi STOP!
E non capivo il perchè dell'alto indice di gradimento di cui gode questo tipo di preparazione ma de gustibus non est disputandum, quindi....
Del resto io sono una che adora il riso lesso e le verdure al vapore, per cui non faccio testo.
Poi , un giorno, ho deciso di avvicinarmi alle lasagne, veganizzandole e devo dire che il risultato mi ha soddisfatto ( la ricetta ve l'avevo già data ); e che è successo? che ho provato altre volte a cimentarmi con questo piatto con risultati più o meno soddisfacenti.
Certo, devo ancora prendere la mano ( soprattutto con la dose di besciamella...me ne viene sempre poca mannaggia ) ma mi ritengo soddisfatta.
Questo è l'ultimo esperimento, apprezzato persino dal papà.
La ricetta è stupidina: è un assemblaggio di pochi ingredienti, quindi non vi sto a dare le dosi esatte.
Comunque, poichè sempre di blog di cucina di tratta, vi dico all'incirca come le ho fatte.
Gli strati erano
-Lasagne senza uovo di nota marca ( che inizia con Del e finisce con Verde )
-Besciamella fatta con farina  e brodo di verdure ( potete farla anche come diocomanda, cioè con latte e farina )
-Sugo di pomodoro fatto dal papà quest'estate ( il papà non ve lo impresto, quindi procuratevi altrove la conserva ) riscaldato in padella con un po' di olio;
-Asparagi lessati nel brodo di verdure.
E via con l'assemblaggio: uno strato di besciamella, una lasagna ( prima fatele ammorbidire in h20 calda o brodo bollente ), uno strato di sugo, uno di besciamella, tocchetti di asparagi e via così fino alla fine.
Completate con besciamella, punte di asparagi e cospargete con lievito alimentare.
Infornate a 200° per 40' circa, fino a quando si sarà formata una bella crosticina.
Piccolo consiglio: per evitare che si secchino troppo, coprite la teglia con un foglio di alluminio che toglierete solo 5' prima di spegnere il forno, azionando anche la funzione grill ( che serve per la crosticina ).
Risultato soddisfacente.
Precisazione: se avete in mente quelle lasagne grondanti sugo che forse avete mangiato al ristorante..beh, scordatevele!
Questo è il giusto compromesso tra linea ( e te pareva ) e gola, senza eccessi ma equilibrato.

Varianti:
- Beh, ovviamente sono millemila: dalla besciamella fatta con latte ( vaccino, di soia o di riso ), al sugo di pomodoro ( sostitutibile con pomodoro fresco tagliato a tocchetti per una versione fresca ed estiva.);
- Al posto degli asparagi ok gli zucchini;
- Invece del lievito alimentare ben vengano pinoli tostati e tritati o pangrattato.

Commenti

sarapacini ha detto…
Belleeeeee. Queste mi piacciono troppo, le devo assolutamente provare!!!
mimì ha detto…
Ammazza che bel piattozzo di lasagne, sei sempre più brava!!
Mimì!!!
Nadir ha detto…
:-S ... allora adesso dovrò decidermi tra le tue lasagne e la vellutata di mirko per far finire in bellezza l'ultimo mazzetto di aspargi ... mumble mumble :-)