"Caviale " di melanzana

Per prima cosa: BUONA PASQUA!
Anche se non sono credente so che questo giorno ha un'importanza particolare , ergo: ne ho approfittato per invitare zia e fidanzato ( il papà ovviamente ..) a pranzo.
Un pranzo interamente cucinato da me, il primo pranzo da vegetariana: bandita quindi ogni forma di carne e pesce e grande uso di verdure. Inizio a postare l'antipasto che, ad essere sincera, non è quanto di più "pasquale" possa esserci ma è sicuramente una bella idea per i prossimi pranzi/cene/aperitivi.
A dire il vero penso di averlo già cucinato innumerevoli volte, ma non l'ho mai chiamato "caviale" come, invece, ho visto fare su un vecchissimo numero di Sale&Pepe, da cui ho tratto la ricetta; lo conoscevo come "babaghanous", ricetta meriorientale da accompagnare con pane pita.
Sfogliando il giornale che vi dicevo, invece, ho trovato questa variante: "caviale" perchè la polpa della melanzana non è frullata, ma tritata grossolanamente, fino a conferirgli-appunto- la granulosità del caviale.
E' semplicissima , ma vi consiglio di prepararla in due tempi.

Ingredienti per 4
1 grossa melanzana
sale, paprika
succo di limone
Preparazione
Accendete il forno a 200° e quando sarà caldo infornate la melanzana intera ( lavata però!) ed oliata, appoggiata su carta da forno: vi dovrà restare 40'.
Quando sarà cotta ( e ve ne accorgerete perchè punzecchiandola con una forchetta si affloscerà subito ), spegnete e fatela intiepidire. Io lo fatta raffreddare, l'ho avvolta in alluminio da cucina e l'ho messa in frigo per una notte e sono andata avanti questa mattina.
Così: aprite la melanzana tagliando la buccia e raccogliete la polpa con un cucchiaio, quindi tritatela con la mezzaluna o schiacciatela con una forchetta: deve assumere l'aspetto di un "caviale" grossolano.
Mescolate alla polpa del sale, il succo e la scorza del limone e un pizzico di paprika. Mettete in una ciotola e tenete in frigo per almeno 2 orette.
Servite freddo accompagnando con pane ( crostini ) caldo .

Commenti

sarapacini ha detto…
Ho giusto una melanzana nel frigo da smaltire. Però, ti volevo fare una domanda. Ma quando la cuoci così intera, tu non le togli l'amaro, facendola spurgare con il sale? Non rimane amara?
Francesca ha detto…
No, non rimane amara...però in altre preparazioni mio papà le fa spurgare col sale!