Latte di mandorle e di nocciole


Di nuovo una bella giornata di sole....e io a marcire in Tribunale e poi in ufficio; uffa, possibile che il mio unico pensiero sia quello di correre a casa e cucinare ????Da quando sono diventata vegetariana nel vero senso della parola ( prima lo ero semi ) , poi, mi sto dedicando a piccoli passi anche all'autoproduzione, iniziando da cose molto semplici.Il latte di mandorla è una di queste. A proposito, perchè non crediate che sia tutta farina del mio sacco, devo ringraziare Sara Cargnello, la Miss del Crudismo assoluto (  qui il link ) che riesce a creare meraviglie crude e gustose.Io, nel mio piccolo ho provato il suo superbo latte.Rispetto alla sua ricetta, il mio è mooooooooooolto basic: non ho messo il dattero, nè il sale…però ho usato il suo metodo fantastico per filtrare il composto!Ma andiamo per ordine

Ingredienti
50 gr di mandorle
250 gr di acqua

Procedimento
Mettete in ammollo le mandorle per due orette, poi scolatele e frullatele con l’h2o ( in effeti arricchirlo con un po’ di zucchero, o della frutta secca sarebbe una bella idea…era un po’ “sciapo”).Poi io ho preso il composto e l’ho versato-come suggerito da Sara. in una caffettiera per caffè americano ( o tisaniera): abbassando lo stantuffo la polpa resta in fondo e il latte resta puro, senza scorie mandorlose. L’ho messo in un vasetto e gustato !

Idee

Io l’ho usato per la mia zuppa di pane e latte della sera , mettendo metà dose di latte di mandorla e metà di latte di soia: insomma, ho “devastato” questa bontà crudista ficcandola in un paciocco “cottista”!!!!!!!!!!!!!!

Potete usarlo come preferite: per farne torte, per farci la colazza, da bere così ….
Ho anche provato la variante con le nocciole, di cui metto una fotina: ottimo e goloso.

 

Commenti

Nadir ha detto…
quello di nocciole l'ho fatto anche io, e mi piace :)
devo provare con le mandorle